30 Gen

Due mesi fa…

Due mesi fa eri nato da appena 4 ore… Due mesi fa ero appena diventata mamma per la seconda volta… Due mesi fa stava per iniziare una lunga settimana di paura, ansia, lotta per portarti fuori da quell’ospedale, sperando che tu stessi bene… Due mesi fa non sapevo ancora quanto avresti cambiato la nostra vita, insegnandoci che quel pandino aveva ragione quando nel cartone diceva “Il passato è storia, il futuro è mistero, e il presente è un dono, per questo si chiama presente”… Due mesi fa non sapevo quanti sorrisi ci avresti regalato e quanto avresti riempito ancora di più d’amore la nostra vita… Due mesi fa è stato un altro “Giorno dei Giorni” che mai dimenticherò 💙

Buon secondo complimese piccolo mio ❤️❤️

A modo tuo

20 Gen

A te che sei…

… una sorella maggiore speciale 💗Eh sì… Finora ho parlato di Gabriel, della sua nascita, di quanto accaduto dopo, ecc.. Ma non mi sono dimenticata di Ginevra, anzi! È stata, è, e sarà sempre una sorella maggiore davvero speciale… Ha iniziato ad esserlo fin da quando sono rimasta incinta ed ho dovuto passare i primi 4 mesi praticamente a letto per il solito distacco di “placenta”: lei, paziente, se ne andava dalla mattina alla sera a casa della nonna e quando usciva di casa per andare mi diceva: “mi raccomando, stai a letto, non far arrabbiare la dottoressa! Il fratellino o la sorellina si deve attaccare bene!”… Ed è rimasta così premurosa per tutta la gravidanza: mi concedeva il divano per riposare e non stancarmi troppo, come diceva lei… Bussava nella pancia e chiedeva: “Gaia o Gabry, stai bene??!”…

È stata una sorella maggiore speciale quando è nato Gabriel, ed è dovuto stare ricoverato per 7 giorni al Bambin Gesù: noi facevamo avanti e indietro tra casa e ospedale, lei stava ancora dalla nonna e non aveva ancora visto il fratellino… Eppure si preoccupava solo che lui stesse bene… Appena l’ha visto l’ha subito voluto prendere in braccio e da quel giorno lo mostra orgogliosa a tutti anche per strada dicendo mentre spinge la carrozzina: “guarda, è nato il mio fratellino, guarda come è bello!!”… Eh ha anche tanta, tantissima pazienza, quando durante il giorno ho poco tempo per lei perché lui richiede le mille attenzioni di un neonato… Anzi lei mi dice in continuazione: “mamma prendilo in braccio, non lo far piangere ti prego!!”… Gli dà continuamente baci e lo terrebbe sempre in braccio… Gli dice tante cose dolci mentre lo guarda, lo adora!!! Non vedo l’ora di vederli crescere e giocare insieme, sperando che nella vita siano sempre uniti e felici 💗💙

12 Gen

E il primo day hospital…

…è andato! 

Oggi siamo stati al Bambin Gesù per il primo day hospital di Gabriel e per fortuna è andato tutto bene! Anzi hanno anche posticipato la prossima risonanza di altri tre mesi con mio grande sollievo… I day hospital vengono fatti nel reparto di onco-ematologia, dove fanno anche ovviamente le chemioterapie ai bambini con vari tumori… Devo dire che già solo ad entrare in quel reparto ti vengono le lacrime agli occhi a vedere tutti quei bambini senza capelli e con flebo al braccio, che nonostante tutto quello che stanno passando riescono a sorridere più di noi adulti, che spesso ci arrabbiamo per niente e smettiamo di sorridere per molto meno. Li guardi e ti senti fortunata, nonostante tutto, perché tuo figlio lì è solo di passaggio per dei controlli di altro tipo… Ti viene però spontaneo pensare: ma che hanno fatto di male tutti questi bambini per meritare tutto questo, anziché un’infanzia spensierata come tutti gli altri? A questa domanda non avrò mai una risposta, ma mi rimbomba per la testa…

Ora però non voglio più pensarci per oggi, e mi godo quello che questa giornata mi ha regalato: un sospiro di sollievo, dopo giorni di tensione per la paura di quello che sarebbe potuto emergere dai controlli di questo primo day hospital. Invece Gabriel, da bravo piccolo grande guerriero, è stato promosso a pieni voti! Continua così ometto mio 💙

08 Gen

Essere una bis-mamma…

…lo so, è solo un mese e 8 giorni che sono una bis-mamma… Ma una certa idea me la sono fatta su come è essere una bis mamma… Ovunque mi giro sento commenti su commenti da parte di mamme con più figli che per lo più si lamentano in continuazione dicendo che è faticoso, di prepararmi, ecc, come se fosse tutto una tragedia… Io posso dire che, a maggior ragione dopo quello che ci è successo, mi viene soltanto da ridere a sentire certe cose perché riesco solo a pensare che (per carità per loro fortuna) queste mamme non hanno la più pallida idea di quali siano i VERI problemi che possono esserci con un figlio. Questo non vuol dire che sia tutto rose e fiori anche in condizioni normali, o che non sia stancante, ma penso anche che basterebbe guardare il rovescio della medaglia e pensare per lo più a quello che di bello quel neonato ci sta regalando… Io da un mese mi ritrovo in pieno inverno a gestire un neonato con una bambina di 4 anni e mezzo, che quindi per quanto “grande” ha comunque le sue esigenze, va accompagnata a scuola, ecc… Ho una casa su due piani con tutto ciò che questo comporta, più scale da fare per entrare e uscire da casa, quindi passeggino da portare su e giù per caricarlo in macchina, più figli, borsa, zainetto e quindi più viaggi da fare per portare tutto e tutti, eppure a parte la normale stanchezza faccio tutto e sto zitta godendomi il più possibile questi momenti perché so che saranno irripetibili, ancora di più considerando il fatto che con due figli “sto”, come si dice a sette e mezzo… L’unica nota veramente amara è vivere costantemente con la paura che, ai tanti controlli medici che dovrà fare, io possa sentirmi dire che i tanti nei che ha gli stiano dando dei seri problemi di salute: ecco, questo sì che mi manda al manicomio, non “niente sarà più come prima, vedrai come sarà stancante…” e balle varie… TUTTO e dico proprio tutto il resto… È NOIA!

Cogliete l’attimo va, che i bambini crescono in un lampo e i problemi VERI per cui lamentarsi ogni volta che si parla di bambini sono ben altri!!!!! La vorrei io la vostra spensieratezza mentre guardate i vostri figli crescere e darvi come unico problema l’essere vivaci e voler stare in braccio 🤔

07 Gen

Un sorriso…

  
…un sorriso che sembra un sorriso qualunque, ma non lo è…

…un sorriso che vorrei non si spegnesse mai, ma anzi si accendesse ogni giorno di più…

…il sorriso dell’ingenuità pura, quella che ti insegna che c’è sempre un motivo, anche banale, per sorridere…

…un sorriso del quale non potrei più fare a meno…

…un sorriso speciale…

…IL TUO

Ti auguro miliardi di sorrisi come questo, figlio mio

Mamma